Niente reddito di cittadinanza per chi ritorna dall’estero

Gli italiani all'estero che intendano rientrare in Italia non potranno usufruire del reddito di cittadinanza. E non potranno neanche approfittare delle misure specifiche dei centri per l'impiego per trovare un lavoro. Il Governo infatti ha previsto come requisito obbligatorio la residenza in Italia di dieci anni, di cui gli ultimi due continuativi. Il chè significa che tutti gli iscritti AIRE che rientrano non potranno ricorrere a questo aiuto, neanche coloro che hanno cercato fortuna in un altro paese dell’Unione per qualche mese e poi hanno deciso di tornare in patria.